- mattina

  • Cod. PR2
  • 14/05/2008
  • 10:00 - 11:00

Il Consolato digitale

(a cura del Ministero degli Affari esteri)
Il Consolato Digitale, operativo entro la metà del 2009, consentirà, tramite una piattaforma informatica per la gestione dei dati del Sistema Integrato delle Funzioni Consolari (S.I.F.C.), l’erogazione di servizi consolari on-line. Il SIFC è il nuovo sistema informativo integrato per gli uffici consolari della rete estera che integra le procedure utilizzate dagli uffici consolari all’estero (gestione anagrafica,contabilità attiva e passaporti). Il SIFC propone un ambiente omogeneo focalizzato sul connazionale all’estero e sui servizi di cui lo stesso può beneficiare. Tramite le funzioni del SIFC, ogni ufficio consolare può seguire ed aggiornare la posizione del connazionale residente all’estero ed evadere le richieste di servizi consolari tracciandone lo stato di avanzamento. La possibilità di far lavorare insieme i diversi centri della pubblica amministrazione, in Italia e all’Estero deriva dalla creazione negli ultimi anni di un rete di comunicazioni integrata della pubblica amministrazione. Gli obiettivi principali dello sviluppo dei Servizi Consolari On-Line sono: - semplificare le procedure di lavoro degli uffici consolari - migliorare l’efficienza interna e facilitare i rapporti con i cittadini e le imprese mediante la diffusione e l’impiego delle tecnologie dell’informazione e comunicazione - favorire la circolarità del patrimonio informativo e dei dati della pubblica amministrazione - ridurre il digital divide, attraverso la promozione di una più qualificata, più ampia e rinnovata offerta di servizi in modalità digitale e remota - costruire la cittadinanza digitale e promuovere l’e-democracy con strumenti che rendano l’interazione con il cittadino più semplice, intuitiva e partecipativa. I servizi offerti sono: - richiesta di informazioni di carattere generale nell’ambito delle funzione consolari; - consultazione dati anagrafici memorizzati nel database della sede di competenza; - modifica da parte dell’utente dei dati non sensibili (numero di telefono, indirizzo e-mail, etc.) mentre per le altre informazioni all’utente sarà permesso proporre modifiche che diverranno effettive solo dopo verifica e validazione da parte del personale dell’ufficio consolare; - visualizzazione dello stato della pratica (ad esempio: variazione di stato civile, cambio di residenza, cambio di generalità, trasferimento, rimpatrio, perdita di cittadinanza, naturalizzazione); - compilazione on-line della modulistica per avviare la pratica di richiesta di rilascio/rinnovo passaporto e facilitare la successiva trattazione da parte degli addetti consolari; - prenotazione on-line di appuntamenti attraverso interfaccia web, programmabile da parte degli operatori consolari, sia per il sistema visti schengen sia per i servizi ai connazionali; - gestione di mailing list per la distribuzione di informazioni ai connazionali. Questo vero e proprio “Consolato a domicilio” consentirà, tra l’altro, di meglio ripartire uffici e risorse umane sul territorio, con notevoli risparmi per il contribuente.

Programma