- pomeriggio

  • Cod. 36C
  • 14/05/2008
  • 15:00 - 18:00

Tra cooperazione e competizione: la sintesi necessaria per la diffusione dell'open source

Il software Open Source è oramai ben posizionato in vasti ambiti commerciali, come risulta dalla sua presenza in realtà aziendali del calibro di Merryl Lynch e Wal-Mart, dal crescente interesse dimostrato da parte di numerose pubbliche amministrazioni, come il Dipartimento della Difesa Statunitense, il governo Brasiliano, e la Comunità Europea che ne ha espressamente raccomandato l'utilizzo [http://ec.europa.eu/idabc/en/document/7389/5998] . A fronte delle potenzialità offerte dalle tecnologie aperte in termini di disponibilità ed adattabilità di un gran numero di applicazioni e servizi, gli amministratori locali vivono la difficoltà di selezionare piattaforme e fornitori in grado di rispondere efficacemente alle loro esigenze, trovando solo parzialmente risposte nelle normative e procedure nazionali ed europee. Lo stesso Stato centrale infatti, con il Codice dell'Amministrazione Digitale, gli articoli 892 ed 895 delle legge finanziaria 2007 e gli avvisi per il Riuso, invita i pubblici funzionari ad utilizzare formati aperti, a privilegiare l'utilizzo di programmi a sorgente aperto e a riutilizzare esperienze e tecnologie, ma l'impatto di tale iniziative risulta piuttosto limitato e frammentato. Al di là di alcune eccellenze, rappresentate da pubbliche amministrazioni in cui responsabili informatici, tecnici e fornitori locali hanno saputo interpretare al meglio il valore delle soluzioni aperte, rimane il problema che replicare tali esperienze risulta complesso, e non aiuta l'assenza di reti di imprese, centri di competenza ed altri organismi di aggregazione di soggetti pubblici e privati. Obiettivo del convegno è di capire, attraverso il confronto con i protagonisti dell'economia della conoscenza, quali possano essere i percorsi più idonei per trarre il massimo beneficio dall'utilizzo di tecnologie e processi basati sulla cooperazione e la competizione su beni comuni.