- pomeriggio

  • Cod. w.62a
  • 11/05/2009
  • 15:30 - 16:20

Il nuovo ruolo dell'interoperabilità applicativa nell'e-government"

(a cura di EDS, an HP Company)
Il concetto di e-goverment si innesta in un processo continuo di cambiamento, anche organizzativo, della PA; tale cambiamento riguarda le dinamiche di evoluzione del contesto, sia globali sia nazionali, nonché le nuove opportunità che si presentano in termini di nuovi e migliori servizi per l’utenza. L’innovazione della PA, quindi, deve intendersi soprattutto come innovazione ed evoluzione dei servizi per cittadini e imprese. Il cambiamento più significativo, in termini di indirizzo strategico, sul tema di e-government, può essere identificato nella tendenza a riconoscere in modo esteso il suo ambito di riferimento: si sta approdando infatti ad una nuova accezione di “area pubblica”, intesa come un sistema di soggetti, infrastrutture, strumenti e canali di comunicazione (anche innovativi e non convenzionali). Questa lettura estesa ed inclusiva di “area pubblica” moltiplica potentemente le opportunità di ampliare e migliorare, con investimenti limitati per la PA, la qualità dei servizi digitali innovativi, consentendone al tempo stesso la fruizione ad un numero sempre maggiore di utenti. Ciò implica una enfasi rinnovata sui progetti di interoperabilità quali fattore chiave di successo per l’innovazione pubblica ed in particolare conferisce oggi alla cooperazione applicativa – la più evoluta declinazione del paradigma dell’interoperabilità – un ruolo ancor più decisivo. In questo scenario, il background di esperienze italiane ed europee di service provider posseduto da HP e da EDS, una società del gruppo HP per la PAC, la PAL e per la grande, piccola e media impresa le rendono partner ideali nella nuova sfida per l’innovazione pubblica.

Programma