- mattina

  • Cod. lab.10
  • 13/05/2009
  • 11:00 - 12:00

Bilancio Sociale di Sostenibilità

In collaborazione con COMUNE DI CERVIA e ANDIGEL
2007. Il Comune di Cervia si è avvicinato agli strumenti di rendicontazione sociale nel 2005 – 2006 con una prima esperienza di bilancio sociale dei Servizi alla Persona. Successivamente la dirigenza si è orientata verso uno strumento diverso di rendicontazione sociale, descrittivo di tutta l’attività dell’ente e capace di dare rilievo alle strategie sulle quali l’ente si sta impegnando da tempo: il bilancio sociale/di sostenibilità. La denominazione di Bilancio sociale/di sostenibilità vuole enfatizzare il concetto per il quale è necessario conciliare le esigenze economiche con quelle sociali ed ambientali; questo strumento si propone infatti di rappresentare ai cittadini gli effetti prodotti dall’attività aziendale sulle diverse categorie di portatori di interesse, in termini di impatti socio-ambientali non solo attuali ma soprattutto futuri, rispettando così il principio di sostenibilità in base al quale le scelte di governo di oggi non devono limitare le opportunità delle generazioni future. E’ visibile a tutti l’impegno in campo ambientale sostenuto dal nostro Ente che ha consentito di ottenere nel 2005 la Certificazione Ambientale Uni En ISO 14001/04 da parte del RINA e nel 2007 la più ambiziosa Registrazione Europea Emas. Anche la politica sociale dell’Ente è oggi più attenta ad ascoltare le esigenze dei cittadini, più elastica nell’erogazione dei servizi, mette al centro del proprio agire l’individuo e le sue specifiche esigenze. Assolutamente rilevante per la costruzione di un futuro sostenibile, è poi l’impegno dell’amministrazione nell’individuare nuove forme di gestione dei servizi pubblici in un’ottica di efficienza ed efficacia, nel limitare l’incremento delle imposte gravanti sui cittadini attraverso la ristrutturazione del debito pubblico ed una capillare lotta all’evasione fiscale. Queste rappresentano solo alcune delle motivazioni che hanno portato la dirigenza ad orientarsi verso il bilancio di sostenibilità come strumento più adatto a rendicontare ai cittadini l’attività dell’ente. Partendo dall’esame del Programma di mandato 2004-2009 del Sindaco, il documento riorganizza le dieci linee strategiche in esso declinate nelle tre dimensioni classiche della sostenibilità: economica, sociale, ambientale. Il periodo di rendicontazione preso a riferimento è il quadriennio 2004-2007; all’interno di ciascuna linea strategica vengono individuate le risorse economiche, presentati gli obiettivi strategici afferenti alla linea e gli indicatori in grado di sintetizzare il trend dei fenomeni più rilevanti. Il lavoro è stato curato da un gruppo di coordinamento che si è avvalso della collaborazione dell’intera struttura, coinvolgendola attivamente nelle fasi operative che si sono susseguite nel percorso individuato. 2009. “Dal dire al fare... la coerenza”. Il 15 aprile 2009 al Centro Congressi è stato presentato il Bilancio sociale di sostenibilità di mandato del Comune di Cervia 2004-2009 “Dal dire al fare... la coerenza” questo è il sottotitolo del Bilancio sociale di mandato. Sono intervenuti il Sindaco Roberto Zoffoli, l’intera Giunta comunale di Cervia, Luca Mazzara docente di Economia Aziendale dell’Università di Forlì e componente del Nucleo di valutazione del Comune, Oriano Giovanelli deputato PD e Presidente Nazionale della Legautonomie. Il metodo avviato e che si sta attuando di democrazia partecipativa è caratterizzato dalla fiducia reciproca fra i vari soggetti che operano sul territorio. Si percepisce come un valore l’impegno volto al dialogo, al confronto, alla verifica delle aspettative, alla capacità di risolvere i problemi, anche all’interno della struttura organizzativa comunale. Il complesso lavoro, che ha coinvolto tutti i servizi della struttura comunale, fa seguito alle esperienze della redazione del Bilancio Sociale dei Servizi sociali e del Bilancio sociale di sostenibilità. La pubblicazione rende conto di quanto fatto dall’Amministrazione comunale dal 2004 al 2009 ed è la sintesi di quanto realizzato nell’intera Legislatura. Il documento descrive tutta l’attività dell’ente con un approccio innovativo, non più diviso per settori, ma riorganizzato nelle tre linee classiche della sostenibilità: economica, sociale e ambientale. All’interno di ciascuna linea strategica del Programma di mandato del Sindaco, vengono individuate le risorse economiche, presentati gli obiettivi strategici e gli indicatori in grado di sintetizzare il trend dei fenomeni più rilevanti. Emergono i miglioramenti nella qualità complessiva, cioè trasversale alla vita della comunità stessa. In quest’ottica sono poste in risalto molte delle sinergie pubblico-privato che, con la loro realizzazione, hanno prodotto il miglioramento della qualità, cui tutti contribuiscono e di cui tutti possono usufruire. Il Bilancio di mandato risponde al preciso obiettivo della “trasparenza” che l’Amministrazione in questi cinque anni ha inserito in tutte le azioni e che ha lo scopo sia di rendere note le cose fatte, ma soprattutto di coinvolgere e sollecitare la partecipazione della comunità. Fare un bilancio di mandato non significa solo dimostrare quante cose si è riusciti a fare, ma anche perché sono state fatte e in che modo, progetti, grandi e piccoli, con l’obiettivo principale di migliorare la qualità della vita dei cittadini, la qualità del territorio, dell’ambiente.

Programma

  • Relazioni