- mattina

  • Cod. lab.86d
  • 14/05/2009
  • 11:00 - 11:30

La dematerializzazione degli atti di pagamento. L’Istat volta pagina

Nel corso del 2008 l’Istat ha realizzato la prima fase del progetto per la dematerializzazione degli atti di pagamento ed incasso che contribuisce in termini concreti al miglioramento dell’efficienza e della qualità dei processi e colloca l’Ente tra i primi, di rilevanza nazionale, ad essersi cimentato con un cambiamento di così ampio impatto e portata. La progettazione e la successiva messa a regime del sistema di dematerializzazione degli atti di spesa e incasso ha richiesto l’individuazione di soluzioni ad hoc. per la gestione ed il trattamento dei dati e la loro trasmissione verso il sistema bancario. L’esperienza maturata in questi mesi è stata estremamente significativa per effetto: 1. delle caratteristiche dell’oggetto di dematerializzazione, atti che presentano una rilevanza amministrativa, contabile e fiscale e richiedono sistemi avanzati di controllo e sicurezza; 2. del volume degli atti di pagamento e riscossione. Circa 50.000 disposizioni annuali di pagamento ed incasso, 30 modalità alternative di pagamento e riscossione in ambito nazionale ed internazionale; 3. della complessità delle procedure interne per l’archiviazione, la conservazione della documentazione dematerializzata ed il monitoraggio del flusso informatico. Nel corso dell’Officina sono illustrati: il contesto in cui è maturato il progetto; i presupposti organizzativi e tecnologici; la metodologia e le fasi del progetto; le principali criticità affrontate e le soluzioni organizzative, tecniche e procedurali effettuate; le evoluzioni future.

Programma

  • Relazioni