- mattina

  • Cod. lab.257d1
  • 12/05/2011
  • 10:00 - 11:00
  • Padiglione 8
  • Stand 13C

L’interoperabilità delle identità digitali europee: i risultati del progetto STORK

a cura di DIGIT PA/STORK

STORK, un progetto finanziato dal Programma europeo di Sostegno alle Politiche ICT (ICT-PSP) del Programma Quadro Competitività e Innovazione (CIP), ha realizzato una piattaforma europea per l’interoperabilità delle identità elettroniche (eID). Questa piattaforma consente ai cittadini di usare il proprio identificativo elettronico nazionale in diversi stati europei. I sei casi pilota realizzati dal progetto sono disponibili al pubblico: Autenticazione transfrontaliera per servizi elettronici, Chat più sicura, Mobilità degli studenti, Trasmissioni elettroniche transfrontaliere, Cambio di residenza, Integrazione col portale dei servizi della Commissione Europea.

Alla Pubblica Amministrazione italiana (ma anche alle aziende private) Stork offre la possibilità di fornire servizi elettronici a cittadini stranieri in modo certo e sicuro, senza bisogno di re-identificarli e creare per loro appositi username e password. In questo modo si allarga la platea dei potenziali utenti e clienti dei servizi di rete e si evitano i furti di identità e le truffe elettroniche. Per i cittadini italiani, Stork offre la possibilità di usare il proprio identificativo elettronico – sia esso la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o una Carta Nazionale o Regionale dei Servizi (CNS o CRS) – per usufruire in modo sicuro di servizi elettronici offerti da altri paesi dell’Unione Europea (ad esempio, per la trasmissione di documenti necessari all’acquisto di un immobile o per la richiesta di pensione).

DigitPA, che partecipa al progetto insieme al Politecnico di Torino, ha organizzato presso il suo stand una dimostrazione dei risultati di STORK, illustrati dalla dott.ssa Diana Berbecaru, ricercatrice del settore dei sistemi distribuiti basati su infratrutture a chiave pubblica (PKI) e firma digitale

Programma