29 maggio, giovedì - pomeriggio

  • Cod. e.05
  • 29/05/2014
  • 14:00 - 17:00

Semplificare la semplificazione

Il convegno partirà dalle affermazioni che il Ministro Marianna Madia ha fatto nel corso dell'Audizione parlamentare sulle sue linee di governo.

Perché la semplificazione sia consapevole, occorre che abbia una guida forte. I cittadini si aspettano un rapporto semplice con l’amministrazione. Le imprese pretendono che le norme siano attuate. La fase attuativa è importante almeno quanto la fase di redazione e approvazione delle norme; troppo spesso abbiamo assistito a norme annunciate, persino formalmente approvate, ma delle quali cittadini e imprese non hanno mai concretamente beneficiato, perché bloccate nella fase di attuazione. Vogliamo mettere in campo, da subito, un nuovo modello operativo. Con Anci e Conferenza delle regioni siamo già d’accordo per realizzare un sistema di coordinamento della semplificazione. Il compito del coordinamento è “blindare” l’intesa attuativa su tutti i provvedimenti, prima ancora che vengano approvati. Raggiunta l’intesa, mi impegno a far adottare le misure dal Consiglio dei Ministri; Anci e Conferenza delle Regioni si impegnano, a loro volta, a garantirne la tempestiva attuazione sul territorio.
Le prime intese potrebbero riguardare l’introduzione di modelli uniformi per regioni e comuni: un modello unico standardizzato per il permesso di costruire; un modello unico standardizzato per la SCIA edilizia; un modello unico per l’autorizzazione unica ambientale. Modelli che il cittadino possa scaricare da Internet e compilare, in qualsiasi comune si trovi il suo immobile.
Infine, può sembrare un paradosso, ma occorre semplificare e riordinare l’intera normativa sulla semplificazione.

Programma

  • Introduce

  • Focus sulle metodologie

  • Interventi degli stakeholders

  • Speed Speech

  • Nel corso del Convegno verranno presentati i risultati della consultazione telematica sulle “100 procedure più complicate da semplificare”