28 maggio, mercoledì - pomeriggio

  • Cod. e.08
  • 28/05/2014
  • 14:00 - 17:00

Smart city: costruire le piattaforme abilitanti per dare spazio a reti e servizi innovativi

  • Promosso da: Logo FederUtility - Logo Osservatorio Nazionale Smart City - Logo Smart City Exhibition 2014
  • In collaborazione con: IBM Italia Spa - Logo Oracle Italia Srl

L’Osservatorio Nazionale ANCI sulla Smart City, insieme a Forum PA, promuove un approccio che prevede di affiancare l’introduzione di soluzioni tecnologiche in ambito urbano con la definizione di politiche territoriali integrate e la messa in pratica di nuove modalità di collaborazione fra gli attori locali. La convinzione di base è che una città è, o sarà, smart solo quando diviene in grado di inserire singole progettualità e interventi all’interno di una strategia di sviluppo territoriale chiara e di un quadro tecnologico coerente. Al di là della teoria, quindi, c’è bisogno di lavorare su piattaforme - di policy, tecnologiche e organizzative – che permettano ai produttori di servizio di operare all’interno di un ecosistema in cui ci siano regole definite e riconoscibili. Un’infrastruttura “invisibile” per l’utente finale, ma indispensabile affinché questo possa godere dei benefici che la smartness urbana comporta.

Per dare concretezza a questa visione e offrire suggestioni utili ad avviare futuri scambi di pratiche, nell’ambito di ForumPA 2014, Smart City Exibithion, Federutility e l’Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI organizzano  un evento nel quale presentare ai Comuni e a tutti gli attori pubblici e privati operanti nelle città alcune delle più significative esperienze di piattaforme di integrazione tecnologica, di governo e di servizio che diversi soggetti, nei rispettivi ambiti, stanno attualmente realizzando in Italia.

Programma

  • Apertura dei lavori

  • [Tavola rotonda] Le tecnologie abilitanti, le reti e i servizi innovativi

    • Modera

    • Interventi

  • Speed Speech

    • Farmareferto

    • Smart City Vallo di Diano

    • Car pooling scolastico

    • Trasporto pubblico adattativo

  • Conclusioni