27 maggio, mercoledì - pomeriggio

  • Cod. ws.154
  • 27/05/2015
  • 16:00 - 17:00
  • Padiglione 23A
  • Stand Regione Calabria

L'evoluzione del sistema dei controlli di primo livello e l'informatizzazione delle procedure nel POR Calabria FESR 2007-2013

Il controllo di primo livello è una combinazione di verifiche amministrative su base documentale, condotta sulla totalità dei progetti, e di verifiche ‘in loco’, effettuate su base campionaria.
L’attività di controllo, che si espleta nell’alveo del Sistema di gestione e controllo previsto dall’Autorità di Gestione, accompagna il processo di rendicontazione delle spese affinché le verifiche precedano la certificazione della spesa alla Commissione Europea.
Il sistema di gestione e controllo del PO Calabria FESR 2007-2013 ha subito, di recente, un’importante revisione, che ne ha mutato la fisionomia e il funzionamento.
La razionalizzazione del sistema ha apportato le seguenti modifiche:
- Struttura di controllo con separazione tra le attività di gestione e le attività di controllo. E’ stata, infatti, conferita la responsabilità del controllo delle operazioni alle Unità di Controllo (UCO) operanti presso i Dipartimenti regionali e funzionalmente dipendenti dal Servizio “Controlli dei Programmi e dei Progetti” ed ai revisori del Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria; in tal modo, i Responsabili di Linea di Intervento, mentre in precedenza erano titolari di controlli di primo livello sui progetti c.d. “a regia regionale”, si occupano esclusivamente dell’aspetto propriamente gestionale degli interventi;
- Accentramento delle responsabilità di verifica in capo al Settore Monitoraggio e Controllo, con conseguente riorganizzazione del sistema in tutte le sue fasi, dalla pianificazione, all’esecuzione, coordinamento e supervisione di tutte le attività di controllo di primo livello;
- Revisione di tutti gli strumenti di controllo in uso, completamente informatizzati e resi più analitici ed efficaci. In particolare, sono state adottate nuove liste di controllo (check list) utilizzate per le verifiche gestionali, diversificate in base alle varie fasi di vita del progetto (procedura di selezione del progetto, gestione ed attuazione del progetto, spesa e rendicontazione, certificazione, controllo di qualità) ed alle diverse tipologie di operazione controllate (appalti pubblici di lavori, acquisizione di beni o servizi, aiuti di Stato, erogazione di finanziamenti, strumenti di ingegneria finanziaria);
- Potenziamento del Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione (SIURP), elemento centrale del sistema dei controlli di I livello. Tale sistema è stato arricchito di funzionalità e di procedure atte a guidare, gestire e registrare l’insieme delle attività: la sua nuova articolazione ha consentito sia di rivedere l’iter procedurale di controllo e certificazione delle spese, sia di garantire uniformità nell’attività di controllo e coordinamento delle attività di pianificazione e supervisione degli stessi;
- Incremento della qualità e della quantità delle risorse professionali dedicate al controllo, con ambiti di specializzazione sia di tipo funzionale che di tipo organizzativo. L’esecuzione dei controlli è assicurata, oltre che dalle Unità di Controllo, anche dai Revisori legali, quali professionisti selezionati con procedura di evidenza pubblica, e dalla società aggiudicataria del servizio di Assistenza Tecnica per i controlli di primo livello.
La governance complessiva del sistema è stata, inoltre, migliorata attraverso l’adozione di alcuni vademecum, tra i quali: il “Manuale dei controlli di I livello”, già in uso ma aggiornato in tutti i suoi contenuti e strumenti, le “Linee guida per i beneficiari in tema di appalti pubblici”, le “Linee guida sulla fase valutativa delle procedure ad evidenza pubblica”. A ciò deve aggiungersi la nuova proceduralizzazione dei controlli in loco nonché il nuovo Manuale di Coordinamento che riassume il flusso dell’attività di controllo con specifica degli attori interessati e dei relativi ruoli.

L’informatizzazione del sistema è ha reso i controlli più trasparenti, celeri, efficienti e soprattutto più efficaci. Tutto il processo è gestito attraverso il SIURP, nell’ambito del quale operano tutti gli attori coinvolti, accedendo con un profilo utente caratterizzato in base a ruolo e funzioni. Le fasi essenziali del processo sono:
- gestione assegnazione controlli attuata secondo il flusso operativo che va dalla richiesta di attivazione del controllo di I livello alla presa in carico da parte del Revisore incaricato;
- esecuzione del controllo mediante la verifica documentale e di spesa che viene condotta dal controllore di I livello viene sviluppata attraverso l’utilizzo di apposite check list  analitiche;
- conclusione del controllo da parte del revisore con definizione dell’esito e successiva validazione da parte del coordinatore;
- verifica di qualità effettuata a campione sui controlli di I livello;
- valutazione delle performance sulla base delle statistiche e reportistiche estrapolate dal SIURP.
 

Programma

  • Intervengono

  • Dibattito