28 maggio, giovedì - mattina

  • Cod. ws.51
  • 28/05/2015
  • 10:30 - 12:30
  • Padiglione 1A
  • Stand Presidenza Consiglio dei Ministri

La perimetrazione delle nuove Città metropolitane secondo parametri statistici e indicatori qualitativi

La legge 56/2014, nell’istituire le nuove autorità metropolitane, ha indicato come ambito territoriale di riferimento per la loro prima operatività, al comma 6, quello provinciale. Il secondo periodo del medesimo comma, lascia aperta la possibilità per ciascuna autorità di ripensare il proprio ambito operativo, utilizzando la flessibilità di perimetrazione garantita attraverso al procedura di cui all’art. 133 della Costituzione.
La ragione di questa scelta è di contemperare una immediata operatività delle nuove autorità con la possibilità, in prospettiva, di un ridisegno territoriale coerente con i sistemi urbani reali.
Ogni attività di perimetrazione metropolitana, però, come insegnava Guido Martinotti, è un’operazione “arbitraria” rispetto alla quale occorre appoggiarsi su solide evidenze empiriche di carattere sia statistico sia qualitativo, considerando comunque un margine di opinabilità tutto politico che devono essere le comunità interessate a sciogliere.
Il workshop intende offrire una chiave di lettura su cui il Dipartimento Affari regionali sta lavorando, con il supporto di INVITALIA, in questa prospettiva problematica.

Programma

  • Intervengono

(* In attesa di conferma)